Lavori di costruzione e ristrutturazione di edifici ed infrastrutture: lotto 1 – presso il Centro Comune di Ricerca (JRC) di Ispra (VA)

RISTRUTTURAZIONE DELL’EDIFICIO 27B
L’intervento di ristrutturazione ha interessato un edificio costituito da 3 piani fuori terra ed 1 piano interrato, all’interno dell’area del Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea situato ad Ispra (VA), nell’ambito di un più ampio contratto quadro del valore di 18 milioni di euro e della durata di 4 anni. Nel progetto erano previsti interventi sulle strutture portanti, il totale rifacimento degli impianti tecnologici, nonché l’adeguamento termico dell’involucro esterno. Nell’intero stabile si è provveduto a rimodulare la distribuzione degli uffici secondo le normative vigenti.

L’intero edificio ha ottenuto il certificato energetico in classe A, ed è stato costruito secondo il severo protocollo internazionale di valutazione degli edifici eco-sostenibili BREEAM, ottenendone il relativo certificato.

L’edificio è servito da un impianto di teleraffreddamento e teleriscaldamento. Tutti gli impianti di illuminazione sono realizzati con sistema di controllo in base allo standard internazionale DALI (Digital Addressable Lighting Interface).

L’area esterna al fabbricato è stata completamente rimodellata mentre l’ingresso al fabbricato è ora caratterizzato da un’elegante pensilina in metallo e Alucobond.

RISTRUTTURAZIONE DELL’EDIFICIO 36
L’intervento ha per oggetto la ristrutturazione l’ala nord dell’edificio 36, ad oggi già adibito parzialmente a funzione congressuale, ma con caratteri distributivi non più adeguati alle nuove necessità della Committenza.

Il progetto, per la sua complessità, riguarda contemporaneamente più aspetti:

  • architettonici
  • strutturali
  • impiantistici
  • di sicurezza antincendio
  • di riqualificazione eco-sostenibile

Oltre all’adeguamento strutturale, è stato necessaria anche una progettazione in toto di tutti gli impianti (elettrico, meccanico e speciali), al fine di poter adeguare gli spazi disponibili alla nuova funzione di congressuale e per migliorare le prestazioni energetiche attuali dell’edificio. Gli impianti, adeguati alla vigente normativa, avranno lo scopo di migliorare le prestazioni energetiche attuali dell’edificio.